49810886555_10202865056934324_1630258558_o

TRASPORTO PROTETTO NEONATALE 

Il Trasporto Protetto Neonatale (TPN, o semplicemente “Neonatale” o “Neo”) è un servizio all’avanguardia offerto dalla Regione Toscana che vede il suo punto di riferimento nell’Ospedale Pediatrico “Anna Meyer”, uno tra i più illustri a livello europeo.  La struttura è dotata di un moderno reparto di Rianimazione e di Terapia Intensiva Neonatale, in grado di accogliere e fornire le prime, fondamentali, cure ai neonati gravemente pretermine (età gestazionale inferiore alle 32 settimane o peso alla nascita inferiore o uguale a 1500 grammi) o ai piccoli nati con patologie tali da richiedere un monitoraggio costante e un ambiente adatto per poter superare senza ulteriori complicazioni i primi giorni di vita. Le condizioni dei bimbi sono tali da necessitare di essere trasportati con particolare cura dai reparti degli ospedali in cui sono nati verso l’Ospedale Meyer su ambulanze dotate di una particolare attrezzatura, assistiti da personale medico e infermieristico dedicato. Il servizio assicura inoltre il trasferimento assistito dei neonati degenti presso la Terapia Intensiva Neonatale del Meyer verso altri Istituti di Cura per particolari esigenze Diagnostiche o Terapeutiche (trasporti interterziari, dei quali possiamo citare il reparto di cardiochirugia pediatrica dell’Ospedale di Massa). Inoltre, viene favorito il riavvicinamento del neonato alla famiglia, una volta terminate le cure intensive, attraverso il ritrasferimento del neonato al punto nascita (back-transports). A tal fine il Meyer dispone di speciali incubatrici da trasporto dotate delle moderne attrezzature per il monitoraggio, la respirazione assistita e la somministrazione di terapie d’urgenza al neonato. Il team che si occupa del trasporto è costituito da neonatologi ed infermieri pediatrici operanti nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale. Le autoambulanze specificamente attrezzate per il trasporto sono fornite da un ristretto numero di associazioni di Volontariato, tra le quali la Misericordia di Campi Bisenzio, che si alternano per garantire il servizio 24 h su 24, 365 giorni l’anno.

DSC00108

Il nostro turno è di otto mesi ogni anno, dalle 8 di mattina del primo giorno del mese alle 8 di mattina del primo giorno del mese successivo, 24 ore su 24. Di questi mesi, quattro sono dedicati alla reperibilità in pronta partenza e i restanti quattro alla reperibilità con preavviso (di solito di almeno 24 ore) per servizi di back-transport o di trasporto protetto tra reparti di piccoli pazienti che devono essere sottoposti a esami diagnostici. La Misericordia di Campi Bisenzio assicura per tale servizio l’impiego di un’ambulanza dedicata, appositamente progettata e costantemente revisionata, dotata della più sofisticata strumentazione per garantire il corretto svolgimento del servizio.  La Misericordia mette a disposizione inoltre un equipaggio minimo di due confratelli (autista e soccorritore barelliere) formati per poter manovrare correttamente e in sicurezza la culla termica, del peso di circa 100 kg. All’equipaggio, durante i mesi in prima partenza, non è richiesto di stazionare presso la Sede durante il proprio turno di servizio, come avviene per il servizio di emergenza sanitaria, in quanto dal momento dell’attivazione in prima partenza (ovvero dalla chiamata dell’Ospedale Meyer) abbiamo 45 minuti per presentarci al reparto TIN del Meyer stesso.

  11897_1   599955_393940637335065_607470371_n1606897_10203190287427490_493941829_n

Nel 2014 sono stati effettuati 107 trasporti neonatali, 7 in più del 2013, non solo verso l’Ospedale Pediatrico Meyer ma anche verso i reparti neonatali di altre strutture sanitarie, pubbliche e private, della Regione (Massa, Pescia, Pistoia, Montevarchi).